Call us on 2514578498

Home » Alimentarsi » Vegan… Come e perché

Vegan… Come e perché

CIT. Mangiare sano, alla fine conta soltanto questo, provate ad andare da un nutrizionista serio, lasciate stare i vari esperti che trovate in rete o che ti sparano subito la dieta a 1000 calorie garantendoti che dimagrirai. Alla fine conta solo quello, ma stranamente per il cibo come per nessuna altra cosa non riusciamo a idealizzare che peggio mangiamo meno campiamo (questa me la segno proprio). In effetti è una cosa davvero molto particolare, ci hanno insegnato che il fuoco brucia, che non si deve attraversare la strada senza guardare, che il bagno al mare si deve fare dopo un tot. di tempo… ma a mangiare bene… non so proprio perchè ma nessuno ci ha fornito i giusti dettagli, così ci buttiamo il più delle volte in diete da giornale che distruggono il nostro metabolismo, e senti o leggi cose davvero assurde che alla fine conducono in una sola direzione, in un mese scendi 2 chili, poi smetti e ne riprendi 5!Questa premessa serve per dire, che mangiare (e lo ripeto da tantissimo tempo) è la cosa più importante che farai durante la tua vita, dal cibo che mangerai dipenderà direttamente la tua sopravvivenza e sopratutto influirà nel tuo modo di vivere, in modo pesante, molto molto pesante (e non solo inteso come obesità). Per cui, non ti fidare di nessuno (me compreso) adotta uno stile alimentare sano vedrai la vita sbocciarti davanti e rimpiangerai di non averlo fatto prima.

 

Ok, ma tutto questo cosa ci azzecca con i Vegan, o con il Veganismo? Una attimo ancora e sarà tutto molto più chiaro.

 

 

CIT. Prima che proseguo, io non sono Vegan, non sono neanche Vegetariano, non seguo alcuno stile predefinito di alimentazione ne alcuna filosofia di vita eccetto la mia…

 

Per Prima cosa, qualche cenno sull’argomento, origini del nome e un pelo di storia che non guasta mai, ricordandovi che la fonte per lo più e la nostra wikipedia

guida al food vegano

Vegan, qualche cenno storico…

Tutto ha inizio abbastanza di recente, 1944 circa, quando Elsie Shrigley e Donald Watson, due membri della Vegetarian Society decidono di formare un coordinamento di “vegetariani non consumatori di latticini”. Si crea questo nuovo gruppo che a breve decide che deve avere un nome piu semplice con cui identificarsi. Donald Watson stesso indice una sorta di poll per sapere come la gente vorrebbe che si chiamasse questo nuovo gruppo ed alla fine crea questo neologismo…VEGAN, che altri non è che la contrazione di VEGETARIAN (le prime 3 lettere e le ultime due, come dire l’inizio e la fine del vegetarianismo). Ma non lasciatevi ingannare, Vegan non è solo un acronimo di qualche ben pensante, c’e molto altro dietro, una vera filosofia di vita che tende al rispetto delle altre forme di vita. E non solo, basti pensare ad alcune religioni che prevedono una strettissima dieta vegetariana, oppure a regimi alimentari programmati per qualche patologia.
Cibo e cibarsi… ci sono tantissime filosofie di vita e tantissimi modi di cibarsi, ma il vero Vegano doc, non solo è molto attento al cibo ma anche (nei limiti del possibile) a come si veste e come interagisce con tutto quello che lo circonda, una scelta proprio di vita! Insomma, fidatevi, non liquidate l’argomento con troppa semplicità, c’e un intero mondo dietro alla filosofia Vegan.

In questo articolo abbiamo appena sfiorato un argomento molto vasto, ma la promessa è che approfondiremo il discorso arrivando anche a succulente ricette…( come detto non sono vegano, ma amo frutta e verdura, e ok lo ammetto, tendenzialmente  consumo di gran lunga molta piu frutta e verdura che carne).

vegan food

Come per l’acronimo che ha le 3 lettere iniziali e le due finali, voglio concludere l’articolo con una nota che ho trovato su internet: problemi di salute legati al consumo di carne. Tutti noi sappiamo che mangiare troppa carne fa male, ci sono delle vere e proprie patologie legate a questo aspetto, alcune molto gravi e a tal proposito sono intervenuti studi a campione, oncologi e chi più ne ha più ne metta… il mio consiglio è quello di bilanciare, quanto più possibile, la vostra dieta (mangiare frutta e verdura vi sazierà e vi aiuterà molto in caso di regime alimentare ristretto, specie quelli “molto aggressivi”). Altro discorso sono i latticini (anche io, pur amandoli, se posso, li evito), che purtroppo, a fronte del gusto, hanno tanti riscontri negativi se se ne faun uso assiduo. Lo so, non sono vegano ma non solo, non sono un nutrizionista, non sono un dietologo, ne un medico, ne tanto meno ho mai studiato scienza dell’alimentazione. Parlo per lo più guardando me stesso e la mia esperienza, poiché è mia convinzione che la migliore dieta sia quella che ti fai personalmente facendo esperienza con il tuo cibo, i tuoi gusti e le tue manie… vi assicuro che i risultati che si otterranno saranno a portata di mano, basterà semplicemente guardare il proprio corpo… una lotta quotidiana che vi darà tante soddisfazione! C’è chi dice che sarà tanto dura, io invece vi asicuro che non lo sarà affatto se a spingervi sarà un minimo di amor proprio ed un po’ di determinazione.

In pratica, questo è solo un modo di iniziare, ovviamente si accettano commenti suggerimenti chiarimenti e correzioni qualora fosse stato scritto qualcosa di inesatto!
Ci vediamo al prossimo articolo, dove cercheremo di approfondire il discorso…

Cibarsi è troppo importante… ne va della vita stessa ricordatevelo!!!

One Response so far.

  1. […] stile di vita, vi consiglio di leggervi un articolo pubblicato su lafucinadegusto.it ,dove su Vegan… come e perché si analizza il concetto Vegan dal punto di vista culinario, mentre qui parleremo di vestirsi in […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *